Intervista a Isi Noice


01) E’ doveroso cominciare l’ intervista con la più classica delle domande: come hai iniziato ad ascoltare rap ed in seguito a farlo? Come hai scelto il tuo nome d’arte?

Isi Noice: Mi sono appassionato al rap grazie ad MTV ed altri canali di musica internazionali via satellite, avevo l’età di 9anni. A 13/14 anni incominciai a catalogare un sacco di musica rap Internazionale grazie a WinMx ed Emule visto che non avevo i soldi per acquistare i Cd e da lì mi avvicinai al rap italiano scoprendo album di Primo+Squarta, Club Dogo, Inoki, Mondo Marcio ecc. Di conseguenza imparai a scrivere ascoltando a quegli album. Il mio nome d’arte “Isi Noice” mi viene attribuito dalle discoteche nelle quali incominciai a lavorare dall’età di 16 anni come dj/vocalist e direttore artistico.

02) Facciamo un gioco: stai parlando con una persona che non ti conosce artisticamente e hai tre brani da suggerire per presentare la tua arte, quali scegli?

Isi Noice: Delinquente 4, La Fafa (ft. 7Liwa) e NCVM (Ft. theRRRmob & Luche’).

03) Senza voler scendere troppo nel dettaglio, recentemente sei stato coinvolto in una “faida” online con un tuo collega, inizialmente tramite le Instagram Stories ed in seguito con la musica stessa con qualche riferimento piuttosto esplicito nelle tue rime. Credi che il dissing sia una componente importante in una realtà competitiva come quella del rapgame? Una scena completamente unita ed in buoni rapporti è pura utopia?

Isi Noice: In realtà per una questione di business non converrebbe a nessuno la faida, ma io sono quel genere di persona che prima del business vorrei potermi trovare bene umanamente con la persona che ho affianco e soprattutto mi devo poter fidare ciecamente. Alcuni riescono in questa cosa in maniera del tutto naturale, io purtroppo no.

04) Il tuo ultimo singolo pubblicato, “Torino City Gang”, richiama fin dal titolo “Milano City Gang”, tua nota hit realizzata durante il periodo di attività di The RRR Mob. Quali differenze principali noti tra le due città, a livello artistico? E’ davvero più complicato emergere stando a Torino piuttosto che a Milano?

Isi Noice: Avendo la fortuna di aver vissuto in pieno queste due città vicine in alcuni aspetti e totalmente lontane in altri, posso dire che in conclusione non c’entra dove viene fatta la roba ma semplicemente quanti mezzi si ha a disposizione per realizzarla e curarla.

05) Il 26 aprile ti esibirai a Milano al Goganga. Cosa ti aspetti dal pubblico milanese che sicuramente avrai avuto modo di conoscere bene nel corso degli anni? Quanta importanza hanno le esibizioni dal vivo nella tua carriera da artista?

Isi Noice: L’aspetto dei live nella mia carriera è fondamentale da sempre perché è il momento in cui si ha la possibilità di incontrare le persone che supportano il progetto è quello è il motore di tutto. Da Milano il 26 Aprile non mi aspetto nient’altro che tanto amore!

sIGhG6-u